Chiesa San Giovanni dei Fiorentini  
 
home page | email
  CENNI STORICI  
     

La chiesa nazionale del Fiorentini ebbe un primo 'piccolo" stazionamento nel XIII sec. presso il porto di Napoli.
Nel 1557 i Fiorentini passarono nella chiesa di S. Vin¬cenzo nel rione Carità e la dedicarono a S. Giovanni Battista.
Fu eretta parrocchia (cura delle anime) nel sec. XVI.
Nel 1950 circa fu eseguita la demolizione della chiesa per la bonifica del rione dove scomparvero anche i resti mortali di Bernardo Tanucci, celebre statista.
La nuova chiesa fu costruita al Vomero (p.zza degli Artisti) dove si trova ancora oggi e ad essa fu assegnata parte del patrimonio artistico della vecchia chiesa:
nove quadri del secolo XVI (Marco Pino e Giovanni Balducci tra i pittori più noti).
Tra questi da segnalare quello centrale sull'altare: il Battesimo.
Dal 21 novembre 1997 la chiesa ospita le Spoglie della Serva di DIO Angela Iacobellis traslate dalla cappella cimiteriale di Napoli.
In alto della facciata, ci si può notare la statua di San Giovanni battista realizzata dal maestro Alfredo Scotti.

Attualmente, ogni 27 del mese, la Chiesa si riempie di fedeli in quanto viene recitato il Santo Rosario e successiva celebrazione Eucaristica in onore della piccola Angela.

Da circa 10 anni, viene allestito un presepio del 700 curato dal maestro Giuseppe Esposito e la moglie Nunzia Ercole e viene esposto durante le festività natalizie.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
     
  DLDdesign 2005