Ad Angela

 

Serva di Dio

Angela Iacobellis

16 ottobre 1948 27 marzo 1961

Marini Domenica
C'era un fiore sulla Terra,
candido giglio che l'autunno cullava
su un letto di brune foglie
ove il vento sussurrava tenere ninne nanne.
C'era un angelo sulla Terra, piovuto dal cielo
là dove i rovi serpeggiano intorno al cor
e stillano lacrime di disperazione.
C'era la primavera sulla Terra
quando il dolce sorriso di bimba
splendeva fulgente sui cuori dolenti
e le lacrime asciugava
di tutti coloro che incontrava.
C'era una preghiera nell'aria,
quando il tenero fiore
dinanzi ad una chiesa passava
e amor si spandeva nei cuori inariditi
di chi attento l'ascoltava.
ma una spina in petto al giglio s'insinuò
e l'ombra dell'Agnello sul piccolo fiore disegnò.
Pianse il giovane cor amare lacrime di Passione,
che offrì al suo amato "Signore"
ed il dì della Resurrezione, un nuovo Fiore spuntò
nei giardini del "Creatore"
ora una stella, di tutto l'Universo la più bella,
brilla lassù nel firmamento
e gioiosi raggi accendono il suo sorriso
mentre ella il "Signore" prega per chi soffre e si dispera.
Lacrime d'amore arrivano sulla Terra
e la tristezza si tramuta il letizia che la vita accompagna
di chi ha la Fede come grande compagna.


Massenzio Caravita
'Stu ritratto e 'sta piccerella
'a tengo miez' e 'mmane..... comm' 'è bella
dopo tant'anni m'immagino
com'era 'sta guagliuncella....:
'na Signora chien' e bontà!
Uocchje, comm'a ddoje aulive nere,
'a trezza 'e capille argiente,
vucchella rossa me pare 'nu bucciuolo e rosa
'o surriso e 'a semplicità..... mò sò' 'na rarità!.......,
sulo "essa" 'a po' tenè........'na Santa!
Angela!........'n'amico quanno e te me parlaje.......
cu 'a capa 'o dicevo sempe 'e sì....
ma, nun 'o credevo....e nun 'o stevo 'a ssentì,
è stato stu ritratto ca m'ha fatto arragiunà.
'A fede, credevo ca era 'n'articolo 'n cummercio, se puteva truvà addò tabbaccaro,
oppure addò salumiere,
c'aggia dì a dummeneca.int' o mercatino d''e pullice....
'nvece chella 'sta llà.....int' o core d' 'a gente,
e pure int' o core mio...è semplice......
"basta vulè bene 'o prossimo"! Angela tu ca si 'na Santa......
Nun te cerco niente p''e 'mmè.......
So' senza pretese....si proprio 'o bbuò fa......
"Fammi essere cchiù buono"...... mi spiego meglio......
fa ca nun 'o faccio l'indiffernte.......verso chi 'sta suffrenno!.......
aggiu cercato assaie?........


Rosaria Mauriello
Candido fiore volato lassù,
Perché non puoi ritornare quaggiù?
Splendida stella che illumini il cielo
Posa su noi il tuo sguardo sincero…
Con i tuoi occhi pieni d'amore,
Ridona la gioia ed allevia il dolore.
Fa che nel mondo finisca la guerra
E torni a sorridere, oh splendida stella!
Oh tu farfalla, che sei volata
Da questo mondo sei stata strappata
Con quel tuo male, la leucemia,
Ti sei trovata a dover andar via…
Senza rimpianti e senza dolore,
Mia cara amica ti porto nel cuore:
Voglio soltanto che da lassù
Tu non dimentichi noi altri quaggiù.

Renato Italiano
Ancora dodicenne te ne volasti via
Nelle sofferenze della lucemia.
Gesù e Maria a tutte l'or pregravi
E nel tuo cuore guarigion speravi
Lassù dal firmamento oh santa stella
Aiutaci! Tu del Signore ancella.

 
 

Torna indietro >>>

 
DLDdesign 2008