NATALE 1959

Cari genitori,
ho atteso con ansia questo giorno Santo per dirvi tutta la mia riconoscenza per tutto quello che avete fatto per me. Prometto di essere più studiosa e ubbidiente, e cercherò di farvi felice.
Il Bambino Gesù vi aiuterà in tutte le cose, anche in quelle che voi ritenete impossibili da raggiungere.
Vi bacio di tutto cuore.
La vostra affezionata figlia
Angela

 

Lettera alla Madre Imelda, clarissa nel Protomonastero di S. Chiara in Assisi

Carissima Madre Imelda
Come avrà appreso dalla mia precedente cartolina, io stavo alla clinica perché avevo una forte anemia e perciò dovevo farmi le trasfusioni.
Il primo giorno piansi, perché non pensavo di ricoverarmi, ma poi mi consolai, perché c'era mamma che rimase con me.
La sera stessa vollero farmi le analisi al midollo osseo; fu dolorosa, ma non piansi e non mi lamentai; l'offrì a Gesù….
Preghi molto Gesù e S. Chiara fino a quando non sarò completamente guarita.
La bacio affettuosamente.
La sua piccola cicerona
Angela

 

 

Serva di Dio

Angela Iacobellis

16 ottobre 1948 27 marzo 1961

 
 

Torna all'elenco >>>

 
 
DLDdesign 2008