Una trentasettenne di Napoli racconta :

con infinita letizia desidero testimoniare riguardo all' intercessione ottenuta dalla Serva di Dio Angela Iacobellis, di cui sono da tempo devota e alla quale mi sono rivolta affinché il Signore esaudisse le mie preghiere.
Attualmente, infatti, sono felicissima madre di una bambina alla quale ho dato il nome di Angela, in segno di ringraziamento alla mia giovane amica che da lassù mi ha assistita ed ha ascoltato la mia voce, piena d' angoscia all' idea di poter perdere mia figlia.
Al 5° mese di gravidanza, infatti, durante un' ecografia, fu rilevato che la bambina era affetta da idrotorace, ossia da liquido nei polmoni che spostava questi ultimi ed il cuoricino dalla loro normale posizione.
Per questo motivo, occorreva che mi sottoponessi ad ulteriori accertamenti, poiché se il liquido era di natura infettiva, la piccola non sarebbe sopravvissuta.
Nel mio giustificato ed immaginabile dolore al sol pensiero di perdere quella vita che sentivo crescere in me, mi rifugiai nella fede, consapevole di quanto essa sia il fondamentale aiuto nella vita di un credente e, essendo particolarmente legata alla figura di Angela Iacobellis, alla quale raccomando sempre le mie preghiere, le chiesi aiuto in quel triste momento della mia vita. Traendo forza da lei, decisi di rivolgermi altrove per essere certa di quanto mi avevano asserito e per sapere se effettivamente c'era una possibilità di salvare mia figlia.
Mi recai, dunque, all' Ospedale "A. Cardarelli" di Napoli e, il risultato degli esami fu la risposta alle mie invocazioni : il versamento di liquido si era progressivamente ridotto, tanto da far scomparire l'idrotorace e, per giunta, non era infettivo, sicché potevo portare tranquillamente avanti la gravidanza.
Grazie all' aiuto di Angela, è nata così la mia bambina, che è sana e cresce bene, affidata all' occhio amoroso della fanciulla che veglia su di lei.

 

Serva di Dio

Angela Iacobellis

16 ottobre 1948 27 marzo 1961

 
 

Torna all'elenco >>>

 
 
 
DLDdesign 2008