Una ventiseienne di Casalnuovo di Napoli (NA) narra quanto segue:

Ho 26 anni (all'epoca della dichiarazione, oggi ventottenne) e sono sposata da 2. Mi chiamo così perché mia madre, nel luglio del 1971 perse il suo primo bambino e , andando a trovarlo al cimitero, s' imbatté nella cappella della piccola Angela Iacobellis, che riposava in una bara di vetro. Si avvicinò per vedere meglio ed ebbe la sensazione che la piccola aprisse gli occhi: in quell'istante le promise che, se avesse avuto una bambina, l'avrebbe chiamata Angela. Nell'aprile del 72' sono nata io però, un anno dopo, non stetti bene. In quel periodo, venne a trovarci a casa il sig. Franco Iacobellis, il padre di Angela, il quale infuse molta fiducia in madre, dicendole di non preoccuparsi per la mia salute, perché Angela sicuramente mi avrebbe aiutata. La malattia in questione è una piastropenia cronica autoimmune, in seguito alla quale sono stata sottoposta anche ad una sternale, poiché si sospettava la leucemia che, però , non è stata riscontrata. Venendo ad oggi, nel gennaio del 98', andando ad un controllo al centro di Microcitemia ed Ematologia al Cardarelli (controllo al quale mi sottoponevo ogni 3 mesi e, in quel periodo, addirittura 1 volta al mese), chiesi all'ematologo se potevo intraprendere una gravidanza ed egli mi rispose che per il momento non era il caso, poiché troppo pericoloso per me. Presa dallo sconforto, mi recai, dopo diversi mesi, nella Chiesa di S. Giovanni dei Fiorentini per pregare presso la tomba di Angela e qui le chiesi di farmi stare bene e di darmi presto la gioia di avere un bel bambino. Nel mese di giugno del 98' feci uno strano sogno: sentivo la voce di una bambina che mi diceva di fare un test di gravidanza : io le chiesi il perché e lei mi rispose di ascoltarla e di farmi il test. Io non ascoltai il consiglio e 3 notti dopo feci un altro sogno: ero a Roma e percorrevo un corso :ad un certo punto entrai in un palazzo dove mi attendevano 2 medici per farmi un'ecografia. In essa, vidi battere un cuoricino. La mattina seguente, comprai un test di gravidanza e da esso, scoprii con grande gioia di essere incinta. Ora sono una felicissima madre di una bambina, nata il giorno 11/02/99, a cui ho dato i nomi di Federica Angela. Non solo: qualche tempo prima di partorire, sottoponendomi al solito controllo per la piastropenia, risultò che ne ero completamente guarita. La mia gioia è immensa e non ci sono parole per ringraziare il Signore che, mi ha fatto 2 meravigliosi regali, nonché Angela, che ne è stata la suggeritrice e alla quale non manco di fare visita il 27 di ogni mese.

 

Serva di Dio

Angela Iacobellis

16 ottobre 1948 27 marzo 1961

 
 

Torna all'elenco >>>

 
 
DLDdesign 2008